Pasta, panetteria, pasticceria

Pasta di mandorla

LAVORAZIONE DEL PRODOTTO: Miste.

pasta-di-mandorle

 

 

 

 

 

 

 

TECNICHE DI LAVORAZIONE: Si tritano le mandorle finemente fino ad ottenere una sorta di polvere, si passa quindi alla lavorazione dell’impasto manuale con l’aggiunta di sciroppo di zucchero. Ad impasto ottenuto si procede al taglio in forme da 500 gr. su un tavolo di marmo e, successivamente, si confeziona il prodotto solitamente in bustine di cellofan trasparenti, sacchetti o in vasetti di vetro.

PERIODO DI LAVORAZIONE: Da maggio ad agosto.

territorio = TUTTE

INGREDIENTI UTILIZZATI: Mandorle, zucchero.

FORMA: Panetti rettangolari.

DIMENSIONI MEDIE: 14 cm. x 5 cm.

PESO MEDIO: 50 gr.

SAPORE: Di mandorla.

ODORE: Intenso.

COLORE: Bianco opaco.

tradizione = La mandorla dolce è un piccolo scrigno di salute, grazie all’alto contenuto di grassi insaturi, di vitamina E, di tanto magnesio e di proteine vegetali di buona qualità. Doti che ne fanno un alimento ideale per i vegetariani. Per il loro alto contenuto calorico (100 grammi contengono ben 570 calorie), le mandorle non devono essere considerate un gustoso fine pasto bensì un alimento vero e proprio. Il particolare e originale equilibrio di minerali, vitamine, proteine e grassi, ne fa soprattutto un rinforzante del sistema nervoso, costituendo un sano e saporito antidepressivo naturale. La pasta, ottenuta dalla lavorazione delle mandorle, può essere utilizata sia per la preparazione di dissetanti bevande (latte di mandorla) che come ingrediente per la preparazione di ottimi dolci.Esiste documentazione comprovante la tradizionalità del prodotto presso testi di cucina calabrese e di storia delle tradizioni popolari.

Scrivi un commento: