Pasta, panetteria, pasticceria

Pizzi ccu niebiti

LAVORAZIONE DEL PRODOTTO: Esclusivamente manuale.

pizzi-niebitu

 

 

 

 

 

 

TECNICHE DI LAVORAZIONE: In una terrina sbattere 12 tuorli e 4 chiare. Unire lo zucchero, la vaniglia, il lievito, l’olio e mezzo litro di acqua. Impastare delicatamente, stendere la pasta con mattarello e ritagliare con una formetta rotonda (o con un bicchiere), nel frattempo, mescolare la mostarda con uva passa, un trito di gherigli di noci, chiodi di garofano, cannella, cioccolato fondente e biscotti secchi sbriciolati con le mani (per impedire la fuoriuscita del ripieno). Posare l’impasto a cucchiaini sulle forme e ricoprire con altre forme, pressando l’estremità con le dita. Spennellare le forme con un battuto di chiare ed all’estremità passare gli scontri di una chiavetta, ungere di olio una teglia grande. Infarinare, sistemare le forme e passare in forno a 200°C per il tempo necessario.

PERIODO DI LAVORAZIONE: Tutto l’anno.

CONSERVAZIONE: Alcune settimane.

territorio = CS

INGREDIENTI UTILIZZATI: Uova, zucchero, olio, lievito, vaniglia, mostarda, gherigli di noci, chiodi di garofano, cannella, cioccolato fondente, biscotti secchi, uva passa.

FORMA: Varie – ovale.

DIMENSIONI MEDIE: Varie.

PESO MEDIO: 40 -60 gr.

SAPORE: Dolce.

ODORE: Delicato.

COLORE: Giallo chiaro.

AREA DI PRODUZIONE: Amantea – Belmonte Calabro (CS).Prodotto tradizionale della pasticceria familiare e aziendale del basso tirreno cosentino.

Scrivi un commento: